Chi siamo

Milano, protagonista da diversi anni di una trasformazione urbanistica che ha ridisegnato il volto della city, punta ora sulla riqualificazione e valorizzazione dell’intero ambito urbano e SeiMilano rappresenta proprio uno dei più importanti interventi in tal senso e un’operazione immobiliare capace di attrarre capitali internazionali.

Maxi-progetto di rigenerazione urbana della nuova Milano, SeiMilano è, infatti, frutto della joint venture tra Borio Mangiarotti Spa e il fondo statunitense Värde Partners, già socio dell’impresa milanese per la realizzazione degli edifici residenziali di via Silva, viale Montello e via Canonica a Milano. Partner dell’iniziativa SeiMilano, per una quota di volumetrie pari al 6,5% circa del totale, è anche la Cooperativa Solidarnosc.

Il masterplan, firmato dallo Studio Mario Cucinella Architects (MCA), prevede su un’area di circa 300 mila mq, la realizzazione di una nuova polarità urbana, una “città-giardino” con oltre mille residenze tra libere e convenzionate, 30mila mq di uffici e 10mila mq di funzioni commerciali, immersa in un nuovo grande parco disegnato dal Studio Michel Desvigne Paysagiste (MDP).

SeiMilano mira a un approccio “place making” – a una progettazione partecipata e condivisa con l’amministrazione del comune di Milano, i consigli di zona, i comitati territoriali – e ai più alti standard internazionali di innovazione, sostenibilità ambientale e qualità della vita grazie a partner importanti come Arup, Microsoft e Easydom.